Progetto Caravan Mondragone. Report della settimana.

Grande successo per l’ultima tappa di Caravan Con il Sud, in programma a Mondragone dal 31 ottobre al 5 novembre. L’evento, sostenuto da Fondazione Con il Sud, per la realizzazione artistica di Teatro Popolare Europeo, ed inserito nel più ampio Caravan. Artists on the road, è stato realizzato a Mondragone grazie alla collaborazione con Etérnit e il patrocinio del Comune di Mondragone e al contributo di numerose associazioni, enti e realtà del territorio, tra cui Cidis o.n.l.u.s, Centro Laila, Studio 21, Comunità Alloggio Mediterraneo , che hanno lavorato in rete per dar luogo ad un ricco programma di iniziative. La settimana è iniziata con lo spettacolo Precipito, regia di Alessandra Rossi Ghiglione, che ha subito entusiasmato il pubblico e dato il via alle attività.I tre giorni di laboratorio teatrale aperto diretti da Luigi Morra con gli attori di Teatro Popolare Europeo: Fabrizio Stasia e Federica Tripodi, e quelli di Etérnit: Eduardo Ricciardelli e Pasquale Passaretti, con la partecipazione musicale dei Camera, hanno permesso di creare momenti di scambio e dibattito tra artisti, operatori e pubblico al quale veniva chiesto di partecipare attraverso proposte di suggestioni, esperienze personali ed emozioni che raccontassero il territorio in questione. Il 3 novembre un mini tour di Caravan lungo la Via Domiziana ha interessato sia le aree urbane che quelle agricole, come la tappa nell’azienda bufalina di Francesco Vigliotti e l’appuntamento a “La Casa del Bambino” a Castel Volturno, che ha visto il Caravan nella sua veste di palcoscenico, sul quale si sono svolti numerose esibizioni ad opera ragazzi della comunità più altri artisti, tra cui il gruppo rap Odissea e il sassofonista Rocco Traettino. Il laboratorio di giocoleria diretto da Giuseppe Di Leone con i bambini del Centro Laila, e il programma di “iniziative extra” tra cui il concerto degli Aburiana a cura di MArteLive Campania e l’iniziativa “Terre di Vino” di Circuito socio-Culturale Caleno, hanno arricchito il percorso dando vita a momenti di forte relazione e di vero e proprio “baratto” con le realtà del territorio. Il ricco materiale raccolto è stato integrato e tradotto in una performance conclusiva, andata in scena la sera del 4 novembre nel teatro del Centro Laila, riscuotendo un grandissimo successo e un affluenza di oltre 200 persone, dando vita ad un grosso esperimento interattivo di “comunità che fa teatro”.

Altre news
caravannnBinario2_Foto-di-Mena-Rota_6